SPECIAL PROJECT

Just Mine – Rivoluzione di Costume è un progetto nato in collaborazione con l’associazione “Quelli del Sabato”, che si occupa del tempo libero di ragazzi diversamente abili. Il nostro brand diventa il claim di questo progetto, una vera dichiarazione. “Solo Mio”. Uno sguardo unico, personale e soggettivo sulla moda e sulle sue sfaccettature. Senza intenti polemici o critici: solo per raccontare la diversità.

Perché esistono più modi di interpretare la moda. Più punti di vista. Tutti ugualmente interessanti. C’è una moda ufficiale, interpretata dalle griffe e veicolata dalle riviste. Ma c’è anche la moda di chi compra i capi. E c’è la moda di chi la sogna.

Da questo mix è nata la nostra “Rivoluzione di Costume”! Per raccontare la diversità.

Gusti, fisici, caratteri, stili diversi. E che questa è una ricchezza, un bene da salvare.

just-mine/progetto

Il punto di partenza è stato il nome dell’azienda: Justmine. Questa volta scandito, ribadito, marcato. Just Mine. Solo Mio.

Il concetto di capo esclusivo, tra gli obiettivi esplicitati nella filosofia del nostro brand grazie ad un ritorno all’artigianato, viene riletto in chiave ironica e inteso, nella campagna di comunicazione, come possibilità di avere il capo perfetto che risponda ai propri canoni estetici, fisici, sociali, culturali, di gusto.

IL PAY OFF: Rivoluzione di Costume, è un invito, un richiamo ad una riflessione.

La parola costume, usata in senso assoluto per definire il costume da bagno, viene utilizzata nel suo primo significato di usanza, tradizione, abitudine. Una “Rivoluzione di Costume” per sfatare il mito del modello unico, per ripensare a ciò che si intende con moda.

Le immagini della campagna di comunicazione, opera del fotografo Riccardo Bernardi, ritraggono, nello stesso scatto, tre donne: una modella, a rappresentare il canone di bellezza riconosciuto; una “non modella” ad incarnare chiunque la moda la compri; una ragazza di “Quelli del Sabato”, autrice del proprio costume, con il suo sguardo diverso perché personale. Un modello di costume condiviso in partenza e 3 sue declinazioni, a dimostrazione che ogni fisico, ogni personalità, ogni gusto possono avere la loro variante preferita.

“Just Mine”. Unica e diversa. Solo mia appunto.

WORKSHOP CREATIVO

9 ragazze diversamente abili del gruppo, insieme al nostro team creativo, hanno scelto e reinterpretatato, in base ai propri gusti personali, un pezzo della collezione estate 2016, esposta in showroom. Possibili tutte le modifiche; proporzioni, linee, vestibilità, con l’unico vincolo, che restasse riconoscibile il modello di partenza. Un figurino a testa, colori, matite, tessuti, campioni, texture, fantasia, creatività. Un pomeriggio al computer per visualizzare le modifiche fatte sulla carta direttamente a video, cambiando colori, abbinamenti, aggiungendo dettagli. Le creazioni sono poi passate nelle mani di modelliste e sarte che hanno realizzato i pezzi “unici”, su misura.

SHOOTING FOTOGRAFICO

Due giorni set per realizzare la campagna nello studio fotografico di Riccardo Bernardi, autore degli scatti (www.riccardobernardi.com) con 3 make up artist.

Insieme alle ragazze del gruppo, nove “non modelle” selezionate per affiancarle. Donne comuni, ma tutte al tempo stesso uniche. Una delle volontarie; una ragazza del team di Justmine; una studentessa universitaria; un’amica insieme a sua madre, 2 declinazioni dello stesso mix: dolcezza e grinta. Una cubana di origine ma da decenni italiana. Una motivatrice femminile che usa i tacchi come strumento di empowerment; una blogger mamma. Infine una ragazza che ha risposto al nostro annuncio pubblicato sui social in cui cercavamo una donna che avesse voglia di mettersi in gioco con noi.

E 4 modelle di professione messe a disposizione da tre agenzie milanesi: Ganna e Tetiana di NoLogo Management, Maddalena di Wave Management e Natalia di Major Model Management. Veri volti della moda, catapultati dal caos della fashion week milanese a quello del nostro set.

MOSTRA E SFILATA

Gli scatti della campagna sono diventati una mostra, con relativo catalogo, ospitata in una location originale, Villa Pioppi, ad Oleggio, sede amministrativa e creativa della Fratelli Gagliardi srl, azienda oleggese leader per decenni nella produzione di costumi da bagno e corsetteria. Per inaugurare lo spazio una sfilata per far vivere e condividere dal vivo l’emozione delle ragazze, che in questo progetto hanno visto realizzarsi uno dei loro desideri.

I SOCIAL

La campagna di comunicazione è stata diffusa sui social di Justmine e dell’Associazione “Quelli del Sabato”. Durante l’estate è stato aperto un contest. Ogni persona aveva la possibilità di taggarsi su Instagram e Facebook con le proprie foto in costume da bagno con l’hashtag #rivoluzionedicostume, per cercare la “non modella” del decimo scatto. Risultato, una foto corale in cui anche 3 uomini hanno interpretato lo spirito della campagna.

Per saperne di più:

quellidelsabato.it

e Associazione

Quelli del Sabato

jst-campain01
jst-campain02
jst-campain03
jst-campain04
jst-campain05
jst-campain06
jst-campain07
jst-campain08
jst-campain09
jst-campain10